Mogucosplay.com · Ottobre 2008

Ottobre 2008

You are currently browsing the monthly archive for Ottobre 2008.

E si è in partenza.

A chi ci sarà, ci vediamo giovedì sera ;)

Vi lascio con le anteprime dei costumi che porterò (che saranno un po’ diversi da come li vedete qui :p )

Alcune persone..

Ho voglia di condividere con voi (poche anime che leggete il mio blog) una di quelle solite catene di Sant Antonio che arrivano ad intasarti la mail.
Dice così:

Alcune persone entrano nella tua vita per una ragione, altre per una stagione, altre per sempre.
Quando qualcuno entra nella tua vita per una RAGIONE, di solito lo fa per venire incontro a un bisogno che tu hai espresso. Arriva per assisterti nel superare una difficoltà, per portarti guida e sostegno, per aiutarti fisicamente, emotivamente o spiritualmente. Può sembrarti mandato da Dio e magari lo è. C’è per la semplice ragione che tu hai bisogno che ci sia! Poi,senza che tu ti comporti male nei suoi confronti, oppure nel momento meno opportuno questa persona dirà o farà qualcosa che porterà il vostro rapporto ad una fine. Può morire. Può andarsene. Può costringerti col suo comportamento a prenderti una pausa. Quello che dobbiamo capire è che il nostro bisogno è stato soddisfatto, il nostro desiderio è stato realizzato, il suo lavoro è finito. La preghiera che avevi rivolto è stata esaudita e ora è tempo di guardare avanti.

Alcune persone entrano nella tua vita per una STAGIONE, perché è arrivato il tuo turno di condividere, crescere o imparare. Ti fanno vivere un’esperienza di pace, oppure semplicemente ti fanno credere. Possono insegnarti qualcosa che non hai mai fatto. Di solito ti regalano un’incredibile gioia. Ma solo per una stagione!

Chi entra nella tua vita PER SEMPRE lo fa per insegnarti cose che contribuiscono a darti una solida base emotiva. Il tuo lavoro è di accettare la lezione, amare questa persona e mettere ciò che hai imparato al servizio di tutte le altre relazioni.
Si dice che l’amore è cieco, ma l’amicizia è chiaroveggente.
Grazie per essere una parte della mia vita, sia che tu lo sia stato per una ragione, una stagione o per sempre.

(e qui la solita cavolata che la devi mandare a tot contatti per avere fortuna, che se te ne ritornano un tot sei questo o quel tipo di persona, ecc)

Alla fine è pensiero che per quanto possa essere semplice ha la sua importanza.

In attesa..

In attesa che il mio cervello e il mio cuore decidano di collaborare per rendere la vita più semplice e piacevole, tento di godermi quel che la mattina mi offre. La realtà è che la sveglia alle 7:00 distrugge qualsiasi desiderio tu avessi anche solo lontanamente voluto realizzare per quella giornata, girovagando tra la camera ,la cucina e il bagno come uno zombie alla ricerca del risveglio perduto. Come il sole anche io prima di mezzogiorno non sono forte e splendente :p
Meno male che c’è il Lucca Comics, meno male che ci son le fiere che attendo sempre con ansia e gioia mescolate in un cocktail di tensione e fervore: per quel che c’è da fare, per chi si incontrerà, per le gare, per lo stupore, i giochi, le risa e il relax dell’essere ancora una volta ritornata tra le fiabe.
Oggi poi ho realizzato quanto le date delle Fiere del Fumetto coincidano con momenti eclatanti della mia vita, quasi fossero loro a deciderne le sorti. Ma non mi lamento, infondo se ora son qui lo devo a tutte le coincidenze, i casi, il destino che mi han portato ad essere così. Non sono totalmente contenta dei risultati raggiunti, trovo che ci sia da lavorare ancora tanto, ma trovo che ammetere, capire ed accettare sia un passo talmente grande che si può dire stare già a metà del lavoro.

La prossima volta avvisatemi in tempo debito dell’ora legale per cortesia -_-’

Libertà illusoria

In questi giorni mi è capitato di leggere una rivista sulla quale si discuteva circa l’esistenza della libertà individuale. E’ stato alquanto sconcertante arrivare alla verità nascosta tutta dietro un’idea.

Durante la nostra vita modifichiamo in continuazioni i nostri progetti e le nostre scelte, alcuni credono di essere più liberi degli altri perchè credono di aver capito alcuni meccanismi e sono riusciti ad evitarli scegliendo in modo diverso. Possiamo decidere se compiere una certa azione ma nel momento in cui ci guardiamo nel profondo ci accorgiamo che non avremmo potuto fare altrimenti. “Facciamo delle cose e non sappiamo perchè le facciamo” diceva Einstein, e allora dov’è il libero arbitrio in questo? Chiunque potrebbe affermare di aver fatto il possibile per raggiungere degli obiettivi e di non esserci riuscito, oppure che i tratti fondametali del carattere non possono essere cambiati. Proprio Nietzshe diceva che non abbiamo colpa di come siamo fatti e che non possiamo pretendere il cambiamento. E allora il destino è davvero già scritto sul palmo della nostra mano e ad esso non possiamo sottrarci?

Siamo vincolati nel nostro DNA, dal nostro aspetto fisico, nascere in occidente non ci porta certo ad un futuro come quelli nati in oriente, siamo vincolati dall’educazione familiare, o dalle esperienze e i traumi infantili che determinano insieme a tutto il resto la nostra visione del mondo che se ci consente di orientarci ci limita allo stesso tempo. Tutto ciò fa parte della “nostra idendità“, il vincolo dei vincoli, che rende la libertà solamente teorica.
Dobbiamo però riconoscere che è stata “l’idea della libertà” stessa a consentire alla religione, alla politica e a tutte le organizzazione di riconoscere la libertà individuale dell’uomo dandogli delle responsabilità, e in caso di trasgressione, essere punito.

E’ l’idea che fa l’uomo libero, ma nella realtà sembra che tutto sia già stato deciso.

Sono qui, colpevole, ammettendo di aver preso una certa fissazione per una canzone di Miley Cyrus in arte Hannah Montana, quella quindicenne assurda spuntata dal nulla per via del suo telefilm. Fare ricerche su di lei su internet è molto divertente, si riescono a trovare foto amatoriali, scattate da lei stessa oltretutto.

Video
Lyric Text

Possibile che i tempi siano cambiati così.. e purtroppo non in meglio.
Che fine ha fatto la nostra cara gioventù innocente e ingenua?
Vedo mia cugina e rivedo me pensando di aver sbagliato tutto nei cosidetti anni “teen” e di ritrovarmi oggi costretta ad accettare le mie responsabilità tentando di maturare giorno per giorno, quando l’unica cosa che vorrei fare è ritornare agli anni in cui c’erano Peter Pan e Trilly sull’Isola che non c’è.

Stasera, per consolarmi, andrò al cinema a vedere Wall-E.

Approposito, non vi sembrano stranamente somiglianti?
Un premio a chi indovina il secondo robottino.

Wall-E Numero 5

Change change change

A quasi 2 mesi dall’apertura del sito, mi sono decisa a scrivere, un blog non ancora ben definito, ma esiste, quindi perchè non usarlo?

La parola con la quale iniziare è cambiamento.

Una parola troppo usata, troppo ripetuta nel corso della mia vita.
Tutto cambia, eppure tutto rimane uguale. Il gioco sta nell’accettare la propria posizione nel mondo, essere consapevoli delle proprie capacità e guardare avanti, con tutto ciò che il giorno dopo avrà da offrire.
Le persone che hai incontrato fino ad oggi, nel bene e nel male, han fatto di te ciò che sei.
Cambiamenti.
Continui, repentini, ponderati, o mai avvenuti.
Eppure guardando indietro vedi che infondo sei rimasta la stessa persona che tra i capricci da bambini voleva il giocattolo più bello della vetrina, e dopo poco lo dimenticava in una grande piramide di altri giochi.
E dopo anni riscopri ciò che avevi lasciato lì, in quell’angolo, e con un sorriso ricordi le emozioni di quando lo avevi visto, bramato, usato.
E’ un po’ così la vita, con tutto quello che ci capita, con le nostre esperienze, le nostre amicizie, i nostri pensieri. Un giorno son lì, la settimana dopo chissà.. ma solo il fatto di averle provate, sentite, toccate, odorate, vissute.. solo quello rende la tua vita piena.
La soddisfazione e la felicità sono utopie fin troppo sopravalutate. Vivere una vita piena non corrisponde ad una vita felice, nè viceversa.
Ma ciò che la speranza, la voglia, ha da offrirci è ciò che renderà la vita degna di essere stata vissuta, con tutti i dolori che ci portiamo dentro, perchè sono quelli che definiranno il tuo amore, in qualsiasi forma esso si manifesti.

Aggiunte nuove foto: Gabriella e i cambiamenti di testa