Mogucosplay.com · Citazioni

Citazioni

You are currently browsing the archive for the Citazioni category.

“Tanto per cominciare si dovrebbe iniziare morendo ; e così il trauma è bello che superato. Quindi ti svegli in un letto di ospedale e apprezzi il fatto che vai migliorando giorno dopo giorno, poi ti dimettono perché stai bene e la prima cosa che fai è andare in posta a ritirare la tua pensione e te la godi al meglio. Col passare del tempo le tue forze aumentano, il tuo fisico migliora, le rughe scompaiono, poi inizi a lavorare e il primo giorno ti regalano un orologio d’oro. Lavori quarant’anni finché non sei così giovane da sfruttare adeguatamente il ritiro dalla vita lavorativa. Quindi vai di festino in festino, bevi, giochi, fai sesso e ti prepari per iniziare a studiare. Poi inizi la scuola, giochi con gli amici, senza alcun tipo di obblighi e responsabilità, finché non sei bebè. Quando sei sufficientemente piccolo, ti infili in un posto che ormai dovresti conoscere molto bene. Gli ultimi nove mesi te li passi flottando tranquillo e sereno, in un posto riscaldato con room service e tanto affetto, senza che nessuno ti rompa i coglioni e alla fine abbandoni questo mondo in un orgasmo.”

[quote]di[quote]

-“Quando aspetti o ricordi, mi ha detto, non sei nè triste nè felice. Sembri triste, ma è solo che stai aspettando, o ricordando. Non è triste la gente che aspetta, e nemmeno quella che ricorda. Semplicemente è lontana.”

Allora pensò che per quanto la vita sia incomprensibile, probabilmente noi la attraversiamo con l’unico desiderio di ritornare all’inferno che ci ha generati, e di abitarvi al fianco di chi, una volta, da quell’inferno, ci ha salvato.-

A. Baricco

I don’t think people are meant to be by themselves.
That’s why, if you actually find someone you care about…
it’s important to let go of the little things.
Even if you can’t let go all the way.
Because nothing sucks more than feeling all alone…no matter how many people are around.

ci sono persone che con la loro presenza anche da lontano ti fanno essere migliore”

riflessione..

è nel momento in cui dubiti di volare che perdi la capacità di farlo

Learn..

..Dopo un po’ di tempo imparerai la differenza fra
dare una mano ed incatenare un cuore…
Ed imparerai che amare non significa appoggiarsi,
e che stare insieme non significa sicurezza…
Imparerai che i baci non sono contratti e i doni non sono promesse…
Imparerai ad accettare i tuoi fallimenti a testa alta e con lo sguardo in avanti…
con la grazia di un adulto e non con la tristezza d’un bambino…
Ed imparerai a costruire oggi il tuo sentiero,
perché il terreno di domani è incerto,
ed il futuro ha la cattiva abitudine di cadere nel vuoto…
Dopo un po’ di tempo imparerai che il sole brucia se ti esponi troppo….
Accetterai che le buone persone possono ferirti qualche volta
e che avranno bisogno del tuo perdono…
Imparerai che parlare può alleggerire i dolori dell’anima…
Scoprirai che potresti fare cose di cui ti pentirai il resto della tua vita…
Imparerai che le vere amicizie continuano a crescere nonostante le distanze…
E che non importa quello che hai nella vita…
ma chi hai nella vita…
e che i buoni amici sono la “famiglia” che ci è permesso di scegliere…
Imparerai che non dobbiamo cambiare amici ma essere disposti
ad accettare che gli amici possano cambiare….
Ti renderai conto che puoi passare buoni momenti con i tuoi amici
facendo tutto… o niente … solo per il piacere della loro compagnìa…
Scoprirai che spesso passi meno tempo di quello che vorresti con le persone che ami,
per quello devi lasciarle sempre con parole affettuose…
perché non sai mai quando li rivedrai…
Imparerai che le circostanze e l’ambiente c’influenzano,
ma noi siamo gli unici responsabili di quel che facciamo…
Ed imparerai che non devi per forza confrontarti con gli altri…
ma col tuo meglio…
Scoprirai che si perde tanto tempo per arrivare ad essere ciò che vuoi essere,
e che il tempo è breve…
Imparerai che non è importante dove sei arrivato,
bensì dove stai andando, qualsiasi luogo esso sia…
Imparerai che se non avrai il controllo della tua vita,
altri lo avranno e che essere flessibile non significa essere debole
o non avere una personalità,perché non importa quanto
delicata o fragile sia una situazione…esistono sempre due strade…
Imparerai che gli eroi, sono le persone che hanno fatto quel che era
necessario fare, senza aver paura delle conseguenze…
Imparerai che la pazienza ha bisogno di molta pratica…
Scoprirai che alcune volte, la persona che aspetti ti dia un calcio quando cadi…
sarà una delle poche che ti aiuta a rialzarti…
Imparerai che maturare non c’entra nulla con l’età,
ma ha a che fare con quello che hai imparato dalle tue esperienze…
Imparerai che i tuoi genitori fanno parte di te,
più di quello che pensi…
Imparerai che non si deve mai dire a nessuno che i suoi sogni sono stupidi,
e che sarebbe una tragedia se lo credesse,
perché il suo futuro sarà senza speranza…
Imparerai che quando sei in collera hai il diritto di esserlo,
ma non hai il diritto di essere crudele…
Imparerai che ci sono persone che ci amano, ma che non sanno dirlo…
Imparerai che con la stessa severità con la quale giudichi
anche tu un giorno sarai giudicato…
Imparerai che il tempo non può tornare indietro
e quindi devi seminare il tuo giardino ed abbellire la tua anima oggi
senza aspettare che qualcuno colori il tuo tempo …
Allora capirai che puoi resistere a tutto…
che sei forte e che puoi arrivare molto più lontano
di quello che pensavi quando credevi di non farcela…
E che nella vita non devi farti guidare dalla paura di perdere quello che avrai conquistato…
ma devi solo avere il coraggio d’affrontarla..”

Paulo Coelho

Qualcuno vivendo la vita ha imparato queste cose e magari le imparo anch’io e forse anche tu che le leggi
e cioè che
non importa quanto sia buona una persona perchè ogni tanto ti ferira’
e per questo bisognerà che tu la perdoni..SEMPRE..
ci vogliono anni per costruire la fiducia
e solo pochi secondi per distruggerla.
Il mio futuro è basato sul passato dimenticato
non puoi andare bene nella vita prima di lasciare andare i tuoi fallimenti passati ed il tuo dolore
allora non importa in quanti pezzi il tuo cuore si è spezzato..
il mondo non si ferma aspettando che tu lo ripari
ed è per questo che devi rialzarti piu forte di prima
perchè forse Dio vuole farci incontrare un pò di amori sbagliati
prima di capultarci in quello giusto..
almeno, cosi, quando finalmente lo avremo accanto sapremo come ripagare questo dono sublime che è l’amore
E ricordiamoci che non conosciamo cio che abbiamo prima di perderlo
ma è anche vero che non sappiamo quello che ci è mancato prima di averlo.
Sai, ci vuole solo un minuto per offendere qualcuno,
un’ora per piacergli,
un giorno per amarlo..
ma se è amore…occorre una vita per dimenticare
Non sempre è sufficiente essere perdonato da qualcuno..nella maggior parte dei casi sei tu a dover perdonare te stesso.

Smells like..

Sopportava soltanto la luce della luna. La luce della luna non conosceva colori e si limitava a disegnare debolmente i contorni del paesaggio. Ricopriva la campagna di un grigio sporco, e fermava la vita per una notte. Questo mondo come fuso nel piombo, in cui nulla si muoveva tranne il vento, che talvolta passava come un’ombra sui boschi grigi, e in cui nulla viveva se non gli aromi della nuda terra, era l’unico mondo possibile per lui, poichè era simile al mondo della sua anima.

Il Profumo

Accadono cose che sono come domande. Passa un minuto, oppure anni, e poi la vita risponde.

Addio mio piccolo signore, che sognavi i treni e sapevi dov’era l’infinito; tutto quel che c’era io l’ho visto, guardando te. E sono stata ovunque, stando con te.

C’è sempre un piano preciso, dietro a tutto… in questo aveva ragione il signor Rail… ognuno ha davanti le sue rotaie, che le veda o no. “

Come sarebbe bello dire ‘per caso’? .. “
Tu credi davvero che ci sia qualcosa che succede ‘per caso’?”

A. Baricco

Me, myself and I

Dopo non sei più uguale. Dopo, quando molli la tua depressione lì, sulle scale di un palazzo qualunque e trovi la forza di correre lontano e veloce, di scappare via da tutto quanto, non sei più lo stesso di prima. Si diventa estremamente razionali, dopo, si valutano i pro e i contro, si diventa calcolatori del pericolo. Non credo di essere capace di spiegare chiaramente… No, non parlo di paure, anzi, forse la paura è proprio ciò che non esiste più, perchè sai che a tutto si sopravvive, io parlo della differenza che trovi guardandoti negli occhi; hai gli occhi morbidi e duri insieme e vedi le cose in modo diverso. Riesci a goderti tutto in modo migliore e profondo, assaporando tutto con molta più intensità, pensi e riconosci la gioia di un singolo momento e nel contempo hai già coscienza che quel momento finirà nell’esatto istante dopo averlo vissuto. Dopo ti stanchi molto di più, ma vivi tutto, non rimandi più nulla e seppure i momenti di fermo ti fanno star bene con te stesso, cerchi sempre di fare in modo che quel momento lasci il segno. Molte delle persone che conosco, dicono che è bello stare con me, che sono piacevole e divertente, altre si lamentano e mi lasciano, sola, e sorrido lo stesso alla fine. Non mi riesce bene fare di ogni attimo un bell’attimo perchè calcolo tutto; ma dopo, dopo, diventa così, dopo ti viene la voglia di star bene e di fare il possibile per far star bene gli altri e non perdi un momento per far in modo di farlo. E se questo vuol dire mettersi da parte, va bene, va bene così.

-ricordando me stessa da uno dei miei vecchi blog

Se rileggo quei testi, e ricordo il mio stato d’animo.. possibile che sia cambiata così tanto la mia vita eppure eppure mi ritrovo ancora in quelle sensazioni descritte in quel modo melodrammatico da quelle parole tristi. Tra il primo e il secondo blog che ho avuto si notano delle differenze certo ma alla fin fine sono sempre io.
Ed è arrivato il momento di accettarlo, così com’è.

Mi farebbe piacere che qualcuno di voi (sempre se c’è qualcuno che legge queste pagine dato che non ricevo commenti) leggesse  quei blog un po’ come un libro, una biografia di me stessa e ne volesse poi parlare. Lo hanno fatto in molti, il primo blog ha ricevuto piu di 11mila visite, mentre il secondo più di 18mila. Chissà che persone erano e che avranno pensato…
Ovviamente cercate di andare per ordine se no non si capisce nulla, dall’agosto 2004 del primo blog, fino al novembre 2005 del secondo e così via.

« Older entries